Blog

5 motivi per cui raccontare migliorera’ l’umanita’

Mash Share!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La nostra vita è fatta di racconti. Quando siamo in compagnia raccontiamo comunicando la nostra giornata, i nostri hobby, la nostra vita per socializzare. Anche quando siamo da soli, comunichiamo a noi stessi per decidere come svolgere la nostra giornata, cosa mangiare, come vestirci e così via.
Siamo in grado di raccontare perché abbiamo sviluppato il linguaggio, l’insieme di segni, parole e regole logiche che ci permettono di esprimere un determinato concetto. Ci differenziamo da tutti gli esseri viventi perché usiamo il linguaggio tramite il quale ci esprimiamo e di conseguenza ci raccontiamo.

Ma perché raccontarci ovvero narrarci ci dovrebbe migliorare la nostra vita? Scopriamo come.

 

Narrare è identità

Descrivere chi siamo è data dalla nostra capacità di identificarci. La parola narrare ha a che fare con la parola latina Gnarus, “consapevole”. Infatti, mettendo insieme una serie di parole con un senso logico diventiamo consapevoli di noi stessi, riuscendo a descrivere il nostro passato, tutto ciò che è alla base della nostra esistenza individuale. Tutto questo grazie alla nostra capacità di memorizzare e imparare dalle nostre esperienze. La memoria è comune a tutti gli esseri viventi, ma a differenza degli animali nei quali la memoria si manifesta attraverso l’istinto, noi uomini siamo riusciti a richiamarla, elaborarla tramite il linguaggio, permettendoci di raccontarci, di dare identità a noi stessi. Con la narrazione e il racconto abbiamo dato vita alle nostre culture, agli usi e costumi, alle nostre lingue.

Raccontare è espressione e libertà

Raccontiamo perché abbiamo la necessità di esprimerci. Come essere viventi per sopravvivere abbiamo bisogno di comunicare le nostre esigenze, da quelle semplici di natura fisica e quelle emozionali e di natura psichica. Il racconto è fatto di linguaggio che è a sua volta costituito da tanti simboli e segni. Così raccontare non è solamente l’atto di mettere un insieme di parole e frasi per narrare una storia, sarebbe riduttivo. Il racconto è anche fatto segni grafici, di immagini, di materie, di ornamenti, di note musicali, un insieme di cose che nascono dall’esigenza di ogni individuo, come avviene nell’arte.

Ci raccontiamo per evolvere

Narrare un concetto o una storia ha permesso a uomini del passato di trasmettere una serie di informazioni utili alle generazioni successive, permettendoci così di evolvere. Quando parliamo di evoluzione pensiamo spesso al regno animale dove molte specie si sono evolute sviluppando abilità sensoriali e articolari superiori. Molta narrativa moderna ha visto protagonisti uomini con superpoteri ripresi direttamente dal regno animale. In realtà vi siete mai chiesti perché non abbiamo le ali, o una coda, o una super vista come quello delle aquile?
Beh la nostra evoluzione è strettamente legata allo sviluppo del linguaggio che a sua volta costituisce uno dei fattori che ha fatto evolvere il nostro cervello. Così abbiamo utilizzato la nostra intelligenza inventando utensili che sono serviti nella nostra vita. La nostra evoluzione è avvenuta da quando abbiamo iniziato a elaborare un linguaggio e a inventare i prolungamenti dei nostri arti con la tecnologia che ha ottimizzato alcuni procedimenti di natura pratica che hanno semplificato la nostra vita. La trasmissione e il miglioramento di tale conoscenza è avvenuta proprio grazie al racconto.

 

Il racconto come simbologia della vita per i bambini

Raccontare una storia fantastica ai bambini è di fondamentale importanza per il loro sviluppo psichico. Raccontare una fiaba è il miglior modo per comunicare con i bambini perché in questo caso il linguaggio che utilizziamo è quello comune a loro, ovvero la fantasia. I bambini piccoli non riescono a capire determinati concetti se non per immagini e simbologie. Un discorso razionale sarebbe difficile da comprendere per la loro tenera età, ma la sequenza di immagini tipica delle fiabe è un ottimo strumento per presentare loro il mondo.
Tramite il racconto i più piccoli si ritrovano in un mondo fantastico dove i personaggi corrispondono alle persone reali che circondano la loro vita reale e dove i sentimenti complessi sono assimilate e comprese nel loro inconscio, imparando lezioni di vita e valori utili al loro futuro.
Il mondo un giorno apparterrà ai bambini: se insegniamo loro valori positivi il nostro passato sarà fatto di bellissime storie.


LEGGI ANCHE: Narrazione Trans-mediale: Effetti Educativi Di Mash&Co


Raccontare perché serve un futuro migliore

L’evoluzione ha migliorato la nostra vita ma non per questo abbiamo sfruttato a pieno le nostre capacità per migliorare il mondo. La storia è così piena di avvenimenti importanti ma anche di alcuni spiacevoli che ha generato una società caratterizzata da meccanismi complessi e poco equi. Le conseguenze di tutto questo si ripercuote ancora nella nostra vita oggi. Siamo ancora in tempo per cambiare i nostri destini. In questo caso, ricordando e raccontando la nostra storia ci permetterà di analizzare e capire cosa è stato fatto nel passato per capire meglio il nostro futuro. Solo capendo in pieno il nostro passato, compreso i nostri errori, ci permetterà di migliorare il nostro futuro.

Katrin Ann Orbeta
Co-Autrice di Mash&Co