Consigli utili su come utilizzare i colori giusti a casa

Mash Share!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

“I colori, come i lineamenti, seguono i cambiamenti delle emozioni” -Pablo Picasso

Da quando veniamo al mondo siamo immersi in un arcobaleno di colori e spesso associamo i colori a particolari emozioni e sensazioni. Molti di noi associano l’azzurro e il blu a una sensazione di relax e pace, questo perché di blu e azzurro abbiamo il cielo e il mare; il giallo ad una sensazione di positività e allegria, infatti giallo è il sole; Il rosso all’amore, alla passione  proprio perché questo è il colore del cuore ; il nero  ad  un’emozione negativa, alla paura,  o alla morte in quanto, questo colore ci ricorda la notte con i suoi misteri. I colori, dunque, non solo fanno parte della nostra vita, ma ci influenzano anche; E’ per questo che bisogna scegliere i colori giusti all’interno della nostra casa.

Significato dei colori

Arancione

Il colore arancione è forse, tra tutti i colori, quello che meglio simboleggia la creatività artistica .Risultato della mescolanza di giallo e rosso è il colore dell’energia, della crescita, della serenità. Simboleggia da una parte la crescita, la nascita, il risveglio, l’inizio ( poiché è il colore dell’alba), dall’altra è la rappresentazione di una conclusione inevitabile, il sonno e il decadimento, in quanto rappresenta anche il colore  del tramonto. Solitamente comunque al colore arancione viene associato, principalmente, il primo concetto di nascita/crescita.

Bianco 

Il bianco è la combinazione di tutti i colori dello spettro elettromagnetico. Facendo passare il colore bianco attraverso un prisma di cristallo si crea un arcobaleno di colori. Unendosi  formano il colore bianco. Il colore bianco è dunque  un colore senza tinta, ma che ha un’alta luminosità. Simboleggia la purezza,  la spiritualità e  la divinità. Il simbolismo del colore bianco ha importanza anche nella pubblicità.  Se facciamo caso il colore dell’igiene è il bianco. I saponi, i detersivi, le lenzuola sono generalmente bianchi. I frigoriferi, le lavastoviglie, i sanitari del bagno sono prevalentemente bianchi. Il bianco è anche il colore della saggezza e della vecchiaia. Infatti le persone anziane canute, rappresentano la saggezza dovuta alla lunga esperienza di vita vissuta. Nelle fiabe il bianco indica la luce del giorno, la salvezza dell’eroe o l’intervento di una forza benefica; nella mitologia è il colore di creature speciali soprattutto quelle che attraversano il confine tra il reale e l’immaginario: unicorni, pegaso, uccelli bianchi, cigni, conigli bianchi. Nella psicologia popolare  di alcuni popoli, il bianco rappresenta anche valori negativi. Infatti nella tradizione cinese il bianco è il colore del lutto, della morte e dei fantasmi. La bandiera bianca è il simbolo della resa e dell’armistizio.  Nell’ epoca Vittoriana, in Inghilterra, ricevere una penna bianca significa essere considerato un codardo.

Blu

Ricorda la chiarezza del cielo, le vaste distese d’acqua, la frescura dell’ombra.  Simbolo di armonia e di equilibrio, il colore blu ha la capacità di rilassare l’individuo e di normalizzargli la frequenza del battito cardiaco e della pressione. Riduce lo stato d’ansia e porta equilibrio alla sfera emotiva. Quando guardiamo il cielo ci sentiamo sereni.

E’ il colore della pace e per questo motivo la bandiera dell’ONU è blu.Colore prediletto dagli Egizi che lo consideravano colore degli Dei, non era preferito dai Romani e dai Greci perché era associato al colore degli occhi dei Barbari e quindi ignobile. Per i cinesi è il colore dell’immortalità, per i buddisti rappresenta il cielo.

Nei mandala tibetani il blu simboleggia la condizione in cui si è superato il turbinio delle passioni e la coscienza può esaminare ogni cosa con chiarezza; secondo Jung il blu significa altezza e profondità, il cielo infatti è lontano e si spinge fin dove lo sguardo può arrivare come l’oceano e, nella natura, il blu ci parla di realtà molto più grandi della nostra dimensione umana.

Giallo

Il giallo è il colore più vivo, radiante, caldo, ad alto valore termico, come l’arancione, il rosso. E’ il colore del sole, del calore e della luce, il potere germinativo del giallo si ritrova in tutte le civiltà, nella mitologia i caldi raggi solari sono considerati generatori di vita come nel mito greco di Danae.  E’ uno dei colori simbolo della Cina. Il giallo simboleggia la saggezza. In alcune città i taxi sono gialli perché visto da lontano tale colore è facilmente distinguibile. Per tale motivo si colorano di giallo gli scuolabus.

Marrone

Il  colore marrone si ottiene dai tre colori fondamentali e cioè giallo, rosso e blu.E’ un colore caldo che si associa all’idea di terra, fertile, ai campi arati e pronti per la nuova semina, al  tronco degli alberi e all’ autunno. Il Marrone esprime emotività, sensualità, è espressione di equilibrio, buona salute.

Nero

Il colore nero rappresenta l’assenza di colore. . E’ il colore del buio, del mistero. Spesso quando ci va tutto storto, diciamo che è una giornata nera. Se muore un parente ci si veste di nero perché tale colore è il simbolo della morte. Il nero simboleggia però anche  autorità, potere e rispetto.

Basta ricordare l’abbigliamento nero degli avvocati e dei giudici. Più la posizione di un manager è importante, più l’abito sarà scuro. E’ il colore molto apprezzato dalle donne perché un vestito nero è snellente ed elegante. L’abito scuro, per l’uomo, è un abito da portare nelle serate di gala e nelle occasioni importanti.

Il nero riveste in occidente il ruolo di “colore negativo” per eccellenza. Il suo significato più profondo è quello della negazione della realtà, il rifiuto di lottare. In altri casi la preferenza verso il colore nero viene vista invece come la tendenza a non voler aderire alle regole comuni e per tanto, muoversi in cerca della propria strada, non quella che altri hanno tracciato per noi.

Se è vero che in cromoterapia il nero è l’assenza di luce, pertanto assimilabile al vuoto e il mistero, dall’altra parte bisogna ricordare che nell’ oscurità è possibile trovare l’origine di tutto, le tenebre primordiali, il caos non più inteso come male ma come una sostanza che può essere plasmata con lo scopo di dar vita a tutto ciò che vogliamo.

Rosa

Il colore rosa nasce dall’unione tra  rosso e  bianco. Universalmente rappresenta da sempre la dolcezza e la delicatezza, ma anche la gratitudine, la  comprensione e la tenerezza. Infatti non per niente è anche il simbolo dei neonati, indipendentemente dal sesso e viene utilizzati per dipingere le pareti delle camere dove dormono i piccoli.

Contrariamente a quello che si possa pensare oggi il rosa per secoli è stato considerato un colore adatto ai maschi perché nella maggioranza delle culture, non solo quelle orientali, era una variante del rosso simbolo della forza e della virilità maschile che si univa al bianco, rappresentante la spiritualità e la purezza dell’anima.

Solo in anni più recenti è stato invece associato al sesso femminile, mentre l’azzurro è diventato il colore dei maschi sin dalla nascita.  In psicologia il rosa è  un  colore positivo che incute un certo senso di sicurezza e di ottimismo vero il futuro.

Rosso

Il rosso ha molteplici significati. Innanzi tutto facciamo presente che il rosso è il colore del sangue, dei muscoli e del cuore elementi indispensabili alla nostra vita. Non per niente gli antichi romani veneravano il Dio Marte, re della guerra il cui colore rosso stava a significare il sangue sparso durante le battaglie.

Ed infatti il rosso ci indica il valore dell’aggressività, della voglia di fare, di vincere e primeggiare, della passione, della fiducia in noi stessi. Tutti sentimenti molto forti che indicano uno stato di eccitazione. Il rosso sta a significare anche passione, voglia d’amare. Quando pensiamo al rosso  i simboli a cui andiamo subito a pensare sono il cuore e la rosa  rossa. Il rosso è stato anche il colore scelto dagli operai durante le lotte nell’ottocento contro il capitalismo.

Verde 

Il colore verde ha effetto rilassante e favorisce la calma , rappresenta il senso di giustizia. E’ il colore dell’io, della speranza, della vitalità. Verde è il colore della natura, del mondo vegetale, della fertilità e abbondanza. La sua luce è legata al rinnovamento, ma anche alla stabilità, alla giovinezza, allo sviluppo, alla speranza. La sua simbologia rimanda all’ equilibrio totale, fatto di armonia e amore.

Al negativo vede l’invidia, la superstizione e la gelosia.  Nei semafori rappresenta il via libera al contrario del colore rosso che obbliga a fermarsi. Il verde porta benefici a chi è ansioso per cui è utile dipingere di verde gli angoli relax o la camera da letto. Il colore verde assume un significato molto positivo qui da noi in occidente. Viene spesso utilizzato per rappresentare l’abbondanza di denaro e la fortuna.

Viola

Il colore viola è quello che si crea unendo il rosso e il blu e quindi è un colore intermedio tra i due. Il rosso simboleggia la forza e l’energia; il blu la calma e la malinconia e quindi il viola è il colore della sintesi derivando da due colori così differenti. Il viola è il colore della penitenza.

Le compagnie teatrali e televisive rifuggono il viola. Questa avversione deriva dal periodo storico del Medioevo  quando nei quaranta giorni quaresimali venivano vietate tutte le rappresentazioni teatrali e quindi erano giorni di disagio economico per gli attori che vivevano solo di questo guadagno. Il colore viola simboleggia il dolore e la tristezza.


LEGGI ANCHE: FESTA PER BAMBINI IN CASA: I PASSI DA FARE


Che colore scegliere per le pareti di  casa?

Il giallo è un colore perfetto per le cucine, le sale da pranzo e i bagni, dove i colori trasmettono allegria ed energia. Nelle sale o nei piccoli spazi, il giallo rende le stanze accoglienti. Il blu  è considerato un colore rilassante ed è spesso consigliato per camere da letto e bagni.

Attenzione però: il blu può diventare particolarmente sgradevole e freddo quando entra poca luce naturale nella stanza. Se si opta per il blu come colore principale, equilibrate la freddezza della tinta con toni caldi per mobili e tessuti. Per favorire il rilassamento nelle stanze condivise, come salotti e cucine, preferite delle tonalità di blu più calde, come l’azzurro o il turchese. Il blu, è vero, ha un effetto calmante, ma solo se si scelgono delle sfumature morbide: un blu troppo scuro, infatti, trasmette tristezza.  

Il verde è un colore adatto a quasi ogni stanza della casa. In cucina, il verde raffredda le cose, in salotto incoraggia a rilassarsi, ma ha in sé abbastanza calore sia per dare comfort che per stimolare la socialità. Il verde ha anche un effetto calmante quando viene utilizzato come colore principale per le decorazioni.

Il rosso  aumenta il livello di energia di una stanza.  Nel soggiorno o nella sala da pranzo, il rosso attira le persone e stimola la conversazione. Essendo un colore molto forte,  la raccomandazione è non scegliere questo colore come tinta principale di una stanza. Arancione è un colore che evoca emozione, entusiasmo ed energia. Anche se non è una buona idea utilizzarlo per un soggiorno, è invece un colore ideale per le palestre.

Colori neutri, come il nero, il grigio, il bianco e il marrone sono essenziali per ogni decoratore. La loro forza risiede nella loro flessibilità: possono aggiungere colore per vivacizzare le cose o per calmarle. Il nero è in genere utilizzato per accentuare le cose, ma meglio se adoperato in piccole dosi. In realtà, alcuni esperti sostengono che ogni stanza dovrebbe avere un tocco di nero a terra per dare profondità agli spazi.

Per i soffitti: i colori chiari danno un senso di apertura, facendo sembrare la stanza più alta. I colori scuri, invece, fanno sembrare la stanza più bassa, il che non è una cosa estremamente negativa perché, alcune volte, questo può aumentare il senso di intimità.

Fonti : www.ambientebio.it, www.codicicolori.com

LEGGI ANCHE: ECO-MAMMA: DIVENTARE UN GENITORE ECO-CONSAPEVOLE


L’AUTRICE
Letizia Grasso, Pedagogista
“Tutti i grandi sono stati bambini, ma pochi di essi se ne ricordano” Questa frase è impressa nel mio cuore. La bambina che si meraviglia delle piccole cose è sempre con me. Credo fermamente che la scuola debba puntare sulla costruzione autonoma delle conoscenze attraverso il contatto diretto con il mondo esterno e, dunque, tramite le esperienze di vita. Una scuola aperta alla vita e che dalla vita stessa apprende. Una scuola che insegni a osservare ogni piccola cosa, a meravigliarsi e a porsi domande. Una scuola che formi degli adulti che sappiano riflettere e mettere in relazione mente e cuore”.