Blog

Imparare ad imparare con il gioco

Mash Share!
  • 136
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La cosa importante non è tanto che ad ogni bambino debba essere insegnato, quanto che ad ogni bambino debba essere dato il desiderio di imparare.

L’imparare ad imparare è la competenza che permette a ognuno di noi di organizzare il proprio apprendimento attraverso le strategie e gli strumenti migliori a seconda dei propri bisogni. La commissione Europea la considera come una “competenza chiave” per poter essere un cittadino attivo, responsabile e libero, capace di affrontare al meglio la vita quotidiana.

La descrive infatti come “l’abilità di perseverare nell’apprendimento, di organizzare il proprio apprendimento anche mediante una gestione efficace del tempo e delle informazioni, sia a livello individuale che in gruppo. Questa competenza comprende la consapevolezza del proprio processo di apprendimento e dei propri bisogni, l’identificazione delle opportunità disponibili e la capacità di sormontare gli ostacoli per apprendere in modo efficace”.

Insegnare ai bambini le strategie migliori per il loro apprendimento significa dare loro la possibilità, fin da piccoli, di sviluppare il desiderio e la curiosità di imparare sempre e costantemente da tutti i contesti di vita, anche dal gioco.

L’arte di imparare ad imparare della montessori

La Montessori, pedagogista e scienziata, affermava che:
se si è imparato ad imparare allora si è fatti per imparare” e che “quando la mano si perfeziona in un lavoro scelto spontaneamente, e nasce la volontà di riuscire, di superare un ostacolo, la coscienza si arricchisce di qualcosa di ben diverso da una semplice cognizione: è la coscienza del proprio valore”.

Ciò sta a significare che se si impara ad imparare da soli, la conoscenza diventa significativa e ricca di valore e non, dunque, semplicemente un apprendimento mnemonico e astratto imposto da qualcun altro. Per la Montessori la libertà di scegliere che cosa imparare era preziosa per i suoi ragazzi. Significava renderli liberi di scegliere, di essere autonomi, di crescere e sviluppare le proprie idee sul mondo, di impiegare la propria fantasia e creatività nelle attività; il suo non era solo un metodo ma un approccio alla vita.


LEGGI ANCHE: APPRENDIMENTO ESPERIENZIALE: AIUTAMI A FARE DA SOLO


Imparare ad imparareImparare ad imparare e le Metacognizione

La Metacognizione è strettamente correlata con l’imparare ad imparare. Essa sta ad indicare la consapevolezza e il controllo che ognuno di noi ha sul proprio processo cognitivo e rappresenta, dunque, la capacità di saper approfondire e analizzare i nostri pensieri e quella di conoscere le strategie migliori per avere il controllo dei nostri processi di apprendimento.

Questa capacità può essere sviluppata, fin da piccoli, grazie alle strategie che possono mettere in atto genitori, insegnanti e in generale tutte le figure che si occupano della cura dei bambini. Le strategie per sviluppare la metacognizione e l’abilità di imparare ad imparare sono diverse, ve ne citiamo, di seguito, alcune da poter utilizzare con i vostri bambini:

• Puntare ad un apprendimento esperienziale per poter generalizzare partendo dall’esperienza fatta.
• Stimolare l’osservazione dei procedimenti di risoluzione di un problema
, piuttosto che concentrarsi sulla soluzione. In questo modo i bambini sono stimolati al problem solving più che a ad aspettarsi soluzioni già date.
• Riflettere sulle soluzioni mentre si gioca. È importante chiedere al bambino “Perché hai fatto questa scelta e non un’altra? Ci sono altri modi di risolvere il problema?”.
• Insegnare a progettare e pianificare tempi e attività.
• Porre l’attenzione non solo su cosa si sta apprendendo ma anche sul come, per far sì che i bambini possano generalizzare e utilizzare quei procedimenti e quelle strategie in altre occasioni.

Imparare ad imparare attraverso il gioco

Il gioco in tutte le sue classificazioni e varietà (libero/strutturato, individuale/di gruppo, indoor/outdoor, funzionale/immaginativo, tradizionale/tecnologico, simbolico) rappresenta per i bambini un’ottima opportunità per essere coinvolti, partecipi e attivi nell’imparare ad imparare.

Sono molteplici le cose che i bambini possono imparare grazie al gioco, ad esempio imparano le regole e l’autoregolazione, imparano a stimolare le loro capacità di risolvere problemi e riflettere sulle possibili soluzioni, imparano a rispettare il proprio turno e i tempi degli altri, imparano a stimolare la proprio fantasia e immaginazione, imparano ad apprendere i valori sociali e a riflettere sulle proprie azioni.

Noi di Masch&Co siamo molto attenti all’apprendimento dei bambini. La nostra mission è stimolare nei bambini la curiosità, la creatività, e la voglia di imparare sempre cose nuove. Vogliamo che i bambini apprendano i valori significativi della condivisione, dell’inclusione sociale, del rispetto e dell’aiuto reciproco.


LEGGI ANCHE: LIBERI DI IMPARARE DA SOLI: AUTOEDUCAZIONE E IL GIOCO


L’AUTRICE
Letizia Grasso, Pedagogista
“Tutti i grandi sono stati bambini, ma pochi di essi se ne ricordano” Questa frase è impressa nel mio cuore. La bambina che si meraviglia delle piccole cose è sempre con me. Credo fermamente che la scuola debba puntare sulla costruzione autonoma delle conoscenze attraverso il contatto diretto con il mondo esterno e, dunque, tramite le esperienze di vita. Una scuola aperta alla vita che insegni ad osservare ogni piccola cosa, a meravigliarsi e a porsi domande. Una scuola che formi degli adulti che sappiano riflettere e mettere in relazione mente e cuore”

Gioca_Impara_Mash&Co