Blog

Intelligenza Emotiva Nell’Educazione Dei Bambini

Mash Share!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Paura, gioia, felicità, rabbia…sono tantissime le emozioni che ogni giorno proviamo. Riconoscere e gestire tutta questa miriade di emozioni che la vita ci propone è di fondamentale importanza per raggiungere il proprio benessere e contribuire anche al benessere  degli altri. L’intelligenza emotiva è ciò che bisogna sviluppare per saper gestire al meglio sé stessi, per integrare pensiero ed emozioni, fare scelte consapevoli ed essere persone pro-attive e responsabili.

Che cos’è l’intelligenza emotiva?

 

A differenza di ciò che solitamente pensiamo, il Quoziente Intellettivo di ogni persona non è l’unico ed esclusivo fattore che determina il successo e il benessere nella propria vita. Esiste, infatti, un altro tipo di intelligenza determinante, ovvero, l‘intelligenza emotiva, caratterizzata dalla capacità di comprendere e gestire in modo consapevole le proprie e altrui emozioni.

Grazie a  questo tipo di intelligenza, ognuno di noi può sviluppare alcune competenze come la perseveranza, l’auto-controllo, l’ entusiasmo, la capacità di auto-motivarsi e la relazione empatica con gli altri. Competenze da acquisire fin da piccoli e allenare per tutta la vita. Sfatiamo dunque il falso mito che, per tantissimo tempo, ha tenuto separati cuore e mente. Al contrario questi sono in strettissima correlazione:

“Tutto ciò che facciamo è influenzato dalle nostre emozioni”


Leggi anche : Come insegnare l’empatia ai bambini


L’educazione emotiva nei bambini

Crescere un bambino emotivamente consapevole è un obiettivo che tutti i genitori, educatori ed insegnanti dovrebbero porsi. Educare all’intelligenza emotiva è un occasione per dare l’opportunità ai bambini di  raggiungere il proprio equilibrio ed essere degli adulti felici.

I nostri bambini potranno essere bravissimi a scuola, in matematica o in italiano, essere maghi del pc, ma ciò che li porterà ad essere felice, e dunque di eccellere, sarà proprio l’intelligenza emotiva, poiché li aiuterà ad auto-motivarsi, andare avanti, avere costanza, non mollare mai, a controllare gli impulsi e relazionarsi con le persone.

Uno dei primi passi da fare per sviluppare questo tipo di intelligenza è quello di aiutare il bambino ad affinare la propria competenza emotiva stimolandolo a riconoscere le proprie emozioni e a dargli un nome. Ciò rende ciascuno di loro consapevole dei propri bisogni e quindi più autonomo e responsabile. Inoltre, essere consapevoli delle proprie emozioni  è uno strumento essenziale per riconoscerle negli altri e per riuscire a stabilire una relazione empatica con chi ci sta accanto.  La consapevolezza è la base di un intelligenza emotiva.

Uno strumento utile a casa e a scuola per stimolare la consapevolezza è  “il cerchio delle emozioni” in cui tutti, grandi e piccoli, a turno, riflettono sul proprio stato d’animo momentaneo, dandogli un nome e una configurazione grafica tramite un disegno, un quadro o una foto. Questa attività risulta molto utile anche per sviluppare l’ascolto empatico. Ascoltare ciò che provano gli altri permette ai bambini di essere consapevoli che ognuno può provare emozioni completamente diverse dalle proprie.

Mash&Co a sostegno dell’intelligenza emotiva

Masch&Co è attenta e sensibile alla tematica dell’intelligenza emotiva e dell’empatia. La storia è basata su una difficoltà da superare, ovvero la siccità  improvvisa che ha colpito la foresta. I bambini si troveranno ad affrontare l’avventura e a vivere e gestire  emozioni diverse: dalla serenità di stare al sicuro tra le braccia della propria famiglia, alla tristezza nello scoprire l’improvvisa mancanza di un elemento essenziale alla sopravvivenza (l’acqua), alla paura di affrontare una nuova avventura tutto solo, alla sorpresa di ritrovarsi accanto un amico speciale e alla gioia finale di essere riuscito a salvare la sua famiglia, nonché la foresta.

Il bambino  vestirà  dunque i panni dell’eroe che farà di tutto per salvare la foresta e la propria famiglia.Per far ciò però dovrà  uscire dalla propria zona di comfort e affrontare avventure e superare  ostacoli. Ciò lo porterà a provare sentimenti di appartenenza, responsabilità, di cura ed empatia verso la natura e l’ambiente circostante.

Un ottimo modo per sviluppare e allenare l’intelligenza emotiva.


Leggi anche : Educare Alla Diversità


L’AUTRICE
Letizia Grasso, Pedagogista
“Tutti i grandi sono stati bambini, ma pochi di essi se ne ricordano” Questa frase è impressa nel mio cuore. La bambina che si meraviglia delle piccole cose è sempre con me. Credo fermamente che la scuola debba puntare sulla costruzione autonoma delle conoscenze attraverso il contatto diretto con il mondo esterno e, dunque, tramite le esperienze di vita. Una scuola aperta alla vita che insegni ad osservare ogni piccola cosa, a meravigliarsi e a porsi domande. Una scuola che formi degli adulti che sappiano riflettere e mettere in relazione mente e cuore”.

Gioca_Impara_Mash&Co